Software Libero - Elezioni politiche 2008

L'Associazione per il Software Libero propone due interessanti iniziative duranta la campagna elettorale per le elezioni politiche del 13 e 14 Aprile 2008 su un tema molto importante:

il software libero e la difesa delle libertà digitali.

Con la prima iniziativa si chiede ai cittadini elettori di far sentire la loro voce, tramite una petizione on-line , indicando che preferirebbero votare persone a favore del software libero, per mostrare a chi governerà il Paese che il tema del software libero è molto importante.

Con la seconda iniziativa si chiede ai candidati di sottoscrivere un documento con il quale, in forza della propria libertà di mandato, prendano l'impegno di fronte agli elettori di sostenere, promuovere e votare leggi e politiche che:

  • vincolano la Pubblica Amministrazione a:

    • utilizzare software libero (fatte salve motivate ragioni tecniche);

    • adottare formati aperti (documentati esaustivamente ed esenti da qualsiasi diritto di terzi) per tutti i dati e documenti della Pubblica Amministrazione;

    • licenziare il software prodotto da o per la Pubblica Amministrazione secondo i termini d'una licenza di software libero persistente;

    • destinare preferenzialmente le risorse pubbliche (per ricerca od altro) nel settore dell'ICT alla realizzazione di progetti in software libero;

    • coordinare le scelte di spesa dei diversi enti col fine di realizzare congiuntamente spese abilitanti all'utilizzo più ampio del software libero;

    • utilizzare software libero nel sistema educativo;

  • ribadiscono l'illegittimità dei brevetti di software;

  • rendono illegittime le tecniche di “Trusted Computing” che limitano la libertà dei cittadini.

Per ulteriori dettagli visita il sito