Linux Day alla Città della Luce 26 ottobre 2013

Linux Day alla Città della Luce 26 ottobre 2013

26 ottobre 2013
Innovazione. Di tutti. Per tutti.

A fine ottobre si svolgerà tredicesima edizione della principale manifestazione di promozione a GNU/Linux ed al software libero in Italia.

Sono numerosi gli appuntamenti nelle principali città per conoscere, capire, condividere ed approfondire un movimento, quello del freesoftware, che ha cambiato e continua a cambiare il mondo.

Anche alla Città della Luce nelle Marche ci sarà un'intera giornata dedicata a questi temi con conferenze e dimostrazioni pratiche.

 

Linux Day 2013 alla Città della Luce - Ripe (AN) Marche

Programma del Linux Day alla Città della Luce

09.00 09.30 Registrazione
09.30 10.00 Introduzione del Comitato ECOmmunication della Città della Luce
10.00 11.00

LibreOffice L'alternativa professionale e gratuita per l'ufficio, lo studio e la casa - Dott. Silvio Crispiatico - ECOmmunication
Vedi la presentazione in Impress su slideshare

11.15 12.15 Progetto Trashware a Senigallia Recupero di computer vecchi con installazione di Software Libero - Prof. Antonello Del Torto - Istituto di Ragioneria di Senigallia
12.30 13.30 Open Municipio a Senigallia Un progetto che “apre la politica” dei comuni italiani ai cittadini, attraverso la piena trasparenza di processi, atti e decisioni - Marco Scaloni - Project Manager per InformaEtica
13.30 15.30 Pausa Pranzo
15.30 16.30 Prestashop l'Ecommerce alla portata di tutti - Ettore Bevilacqua
16.45 17.45 Drupal un comodo strumento per realizzare e mantenere siti WEB - Dott. Silvio Crispiatico - ECOmmunication
18.00 18.30 Conclusione e ringraziamenti

 

Storica sentenza della Corte Costituzionale: è legittimo favorire il software libero

Poco più d'un anno fa il Consiglio della Regione Piemonte approvava una Legge che stabiliva: "...la Regione nella scelta dei programmi per elaboratore elettronico, privilegia i programmi appartenenti alla categoria del software libero e i programmi il cui codice è ispezionabile dal titolare della licenza." (art. 6 co. 2°).

La scelta veniva accolta con entusiasmo dai sostenitori del Software Libero e da una grande parte della società civile mentre la Presidenza del Consiglio dei Ministri impugnava questa norma chiedendo alla Corte Costituzionale di dichiararla illegittima.

Il 23 marzo scorso la Corte ha stabilito che la preferenza per il software libero è legittima e rispetta il principio della libertà di concorrenza.

Firmate ora contro i brevetti software

E' uscita finalmente la versione definitiva della petizione contro i brevetti sul software in Europa.

E' doveroso tutti quelli che credono del software libero e nelle libertà digitali firmare contro un provvedimento che sarebbe di aiuto a poche grandi ditte, una mina vagante per il libero sviluppo, e l'accettazione di una schiavitù perenne dalle multinazionali del software.

Proposta di legge FLOSS Marche per una libera società dell'informazione

Proposta di legge FLOSS Marche per una libera società dell'informazione

Il gruppo FLOSS Marche è giunto ad una versione pressochè definitiva del testo della Proposta di Legge Regionale a sostegno di una libera società dell’informazione, recante norme in materia di pluralismo informatico, diffusione di software libero e/o a sorgente aperto, trasparenza, accessibilità e portabilità dei documenti pubblici informatici dell’Amministrazione Regionale marchigiana.

Software Libero - Elezioni politiche 2008

L'Associazione per il Software Libero propone due interessanti iniziative duranta la campagna elettorale per le elezioni politiche del 13 e 14 Aprile 2008 su un tema molto importante:

il software libero e la difesa delle libertà digitali.

Con la prima iniziativa si chiede ai cittadini elettori di far sentire la loro voce, tramite una petizione on-line , indicando che preferirebbero votare persone a favore del software libero, per mostrare a chi governerà il Paese che il tema del software libero è molto importante.

L'Open source nella Pubblica Amministrazione locale

Pubblicati i dati ISTAT sul ricorso a soluzioni Open Source nella Amministrazione locale

Fonte: Istat

Pubblicazione: 03/2008

Le applicazioni Open Source sono armai diffuse nelle pubbliche amministrazioni locali.

Dai sistemi operativi alla posta elettronica il software libero viene utilizzato da tutte le Regioni e da oltre i tre quarti delle Province.